skip to Main Content

Gli eventi Carbon Free di Dual

All’alba del 2022, possiamo affermare con certezza che l’attenzione verso il nostro pianeta non è più solo una buona abitudine da integrare nella nostra quotidianità ma è un dovere a favore delle generazioni presenti e future.

Nella gestione delle attività quotidiane, abbiamo ormai automatizzato alcuni accorgimenti fondamentali come, ad esempio, il corretto smaltimento dei rifiuti, l’utilizzo delle bag per fare la spesa e l’uso della borraccia per evitare di consumare decine di bottigliette di plastica.

Anche le aziende stanno facendo il proprio percorso verso un consumo sostenibile. Basti pensare alle piccole attività, come i bar, che utilizzano cannucce riciclabili oppure ai colossi come Google che ha annunciato l’obiettivo di diventare un’azienda a zero emissione di CO2 entro il 2030.

Anche Dual vuole dare un contributo, per questo ha sviluppato una partnership con Up2You, una giovane azienda specializzata nella Carbon Neutrality. Il primo frutto di questa collaborazione è stato quello di offrire ai nostri clienti la possibilità di rendere carbon neutral i propri eventi virtuali e in presenza.

Non generare emissioni di anidride carbonica nell’organizzazione di un evento a volte è inevitabile ma, con le giuste attenzioni, possiamo limitarle fortemente o compensarle.

Lo abbiamo sperimentato con successo ed “orgoglio” nel nostro Xmas Party 2021.

Con Up2You abbiamo calcolato le emissioni di CO2 generate dal nostro evento e, dopo aver cercato di ridurle, ne abbiamo compensato la parte residua sostenendo progetti certificati secondo standard internazionali.

Per aumentare la sensibilizzazione alla carbon neutrality, abbiamo coinvolto ogni ospite chiedendo di scegliere quale progetto sostenere tra:
Maísa REDD+ per preservare la biodiversità amazzonica in Brasile;
Heqing Solar Cooker Project per permettere ai residenti delle zone rurali della Cina di sostituire il combustibile fossile con energia solare durante il semplice processo di cottura dei cibi;
Guanaré Forest Plantation Project per convertire i pascoli degradati dell’Uruguay in foreste che migliorano la qualità del suolo.

I risultati sono stati incredibili: a fronte di una stima di emissione di 494Kg di CO2, siamo riusciti a catturare ben 3.000 Kg di CO2 (pari a 30 viaggi in barca a motore Venezia – Rimini!) ovvero abbiamo catturato più di CO2 di quanta ne abbiamo emessa!

Un piccolo sforzo che ci ha trasmesso un grande piacere e senso di unione.

E tu, vuoi che la tua azienda entri a far parte del mondo degli eventi carbon free di Dual?

 

Articolo di: Chiara Indirli e Laura Doro

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cerchi nuove idee?

Parliamone insieme!

Siamo un team creativo multi-disciplinare, sempre pronto a mettersi in gioco per trovare la soluzione giusta. Mettici alla prova!