skip to Main Content
Un Successo Il Laboratorio DUAL Sul Feedback 
dedicato Ai People Manager Di Kellogg

A luglio il gruppo Kellogg Italia ha seguito un laboratorio targato DUAL sul Feedback e l’Intelligenza Emotiva.

Il corso, spalmato su due giorni, aveva l’obiettivo di andare a fondo su un tema cruciale: cosa rende difficile il feedback e come le emozioni ne influenzano l’efficacia in azienda. 

Intanto si solleva un tema centrale: perché dare e ricevere un feedback è così difficile? Perché le frasi “ti devo parlare”, o “devo darti un feedback” ci generano spesso ansia o apprensione? 

L’impatto del feedback sulle cinque aree SACRE del cervello (Status, Autonomia, Controllo, Relazione, Equità), un acronimo che rappresenta cinque bisogni fondamentali che possono motivare o al contrario produrre in noi una sensazione di minaccia, ci incita a entrare in modalità fight (lotta) o flight (fuga). Questo rende il feedback poco efficace.

Il laboratorio mira a esplorare azioni e strategie per incoraggiare l’applicazione del feedback nella vita concreta, diminuendone l’impatto negativo e stimolando l’orientamento verso il futuro e la collaborazione. Come?

1. Attraverso giochi di ruolo e riflessioni in gruppo o individuali, si approfondiscono caratteristiche e meccanismi del feedback;

2. Grazie agli assessments personalizzati di Intelligenza Emotiva Six Seconds sugli stili del cervello, si genera consapevolezza su come le diverse preferenze nella gestione di emozioni e informazioni influenzano l’efficacia dei nostri feedback;

3. Osservando la tendenza del nostro cervello a focalizzare l’energia sul problema anziché sulla soluzione, si esplorano metodi per spostare questo focus e cambiare prospettiva.

Potevamo forse dimenticarci di chiedere a Kellogg un feedback sul laboratorio del feedback? Certo che no. Il corso ha sollevato numerosi spunti di riflessione, ed è stato molto apprezzato per la trattazione degli argomenti, avvalorati da basi scientifiche e allo stesso tempo resi più godibili da video, tools e attività che hanno coinvolto i partecipanti in prima persona, invitandoli a mettersi in gioco e ad apportare, se lo desideravano, il loro contributo e la loro esperienza.

Il laboratorio è stato vivace e pieno di energia, e ricco di spunti di riflessione grazie alla grande presenza e preparazione dei partecipanti. 

Come potrebbe cambiare la relazione all’interno del tuo team se il feedback diventasse parte integrante del rapporto con gli altri?

Giulia Monaco
Junior Project Manager

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *