skip to Main Content

Perché la maggior parte delle presentazioni non sono efficaci? Come fare a realizzare presentazioni efficaci in poco tempo? Ecco 5 elementi indispensabili di una presentazione efficace e le relative dritte da mettere in atto subito per rivoluzionare il tuo modo di approcciare alla creazione di una presentazione aziendale

A tutti i professionisti prima o poi tocca l’arduo compito di realizzare una presentazione. Che sia in Power Point, Pages o con il più moderno Google Slides, l’obiettivo di una presentazione è – e deve essere – sempre lo stesso: quello di catturare l’attenzione degli ascoltatori. Come dire, lo strumento con cui si realizza la presentazione non conta, purché questa sia efficace.
E se ti stai chiedendo “qual è il problema? Per realizzare una presentazione efficace non ci vuole certo una formazione specifica!” vuol dire o che non ti sei mai trovato nella circostanza di dover realizzare una presentazione per un pubblico di ascoltatori o che le tue presentazioni, mi dispiace dirtelo, probabilmente non sono mai state efficaci.

Perché la maggior parte delle presentazioni non sono efficaci?

Ebbene sì.
È ora di guardare in faccia la dura realtà: la maggior parte delle presentazioni realizzate da “non esperti” non sono efficaci. In che senso?
Principalmente per due motivi:

  • Sono scialbe, non catturano l’occhio né tengono alta l’attenzione, ben presto finiscono per annoiare gli ascoltatori
  • Sono troppo tecniche o dettagliate, quindi incomprensibili per la divulgazione al grande pubblico

La ragione per cui molti professionisti non riescono a realizzare presentazioni efficaci è che concentrano la loro attenzione nei punti sbagliati: ad esempio, spesso fanno prevalere il desiderio di stupire a quello di mantenere costante l’attenzione degli spettatori, oppure si fanno prendere dalla smania di “dire tutto”, riempiendo le slide di testo e dimenticando che l’obiettivo di una presentazione non è di essere esaustiva, ma di essere da supporto alle parole dello speaker.
Inoltre, spesso a mancare sono gli strumenti base, come immagini accattivanti in alta definizione e template lineari e semplici da modificare.
Di seguito abbiamo raccolto i 5 elementi che secondo noi sono indispensabili per realizzare presentazioni efficaci in poco tempo: segui le nostre dritte!

5 elementi indispensabili per realizzare presentazioni efficaci in poco tempo

Partiamo dalle basi: molti professionisti, quando si approcciano ad una presentazione, non sanno da dove cominciare.
La scelta più frequente – e sbagliata – è quindi quella di partire dalla realizzazione della presentazione e non del discorso. E qui c’è il primo errore.

1. Realizza la presentazione dopo il discorso

Una presentazione efficace dovrebbe essere realizzata sempre dopo il discorso, con l’obiettivo di evidenziarne i punti chiave. Lo scopo di una presentazione è infatti quello di fungere da supporto visivo durante il discorso: se non so cosa voglio dire come faccio a realizzarla?
In effetti, la presentazione dovrebbe essere una sorta di scaletta del discorso stesso, in versione migliorata e corretta, che svolga il duplice compito di promemoria per lo speaker e di supporto visivo per gli spettatori.

2. Evita i “wall of text” ovvero i “muri di testo”

Realizzare la presentazione a discorso già pronto evita di cadere anche in un altro errore: quello di riempire le tue slide di muri di testo che, stanne pur certo, nessuno leggerà.
Perché?
Perché le persone riescono a fare una sola cosa: o leggono le slide o ascoltano quello che hai da dire.
Ecco perché in nessun caso le slide dovrebbero contenere più di qualche riga di testo: il consiglio è di scegliere poche frasi chiave del tuo discorso, quelle su cui vuoi porre l’attenzione, ed alternare in ogni caso le slide di testo con altre contenenti immagini.

3. Punta su immagini accattivanti per stupire

Già, ma dove reperire le immagini?
Questo è solo in apparenza un problema secondario, che in realtà accomuna tutti coloro che si dedicano alla realizzazione di una presentazione: trovare l’immagine giusta, che sia in grado, da sola, di trasmettere un messaggio, magari giocando sulle libere associazioni e facendo leva sull’emozione dello spettatore, non è affatto un’operazione semplice.
Il rischio è di incappare in immagini sgranate, in bassa definizione, o che si avvicinano solo lontanamente alle aspettative.
Questo se non si sa dove cercare.
Per fortuna esistono molti siti con immagini in alta definizione in licenza Creative Commons, cioè utilizzabili liberamente. Noi consigliamo Unsplash, dove l’unica richiesta per l’utilizzo è di citare l’autore dello scatto, Pixabay, che mette a disposizione dell’utente oltre un milione e mezzo di immagini, e Pexels, dove è possibile scaricare anche video in alta risoluzione.

4. Usa gli strumenti giusti per organizzare la presentazione

All’inizio abbiamo detto: lo strumento non conta, purché la presentazione sia efficace. Vero, ma fino ad un certo punto. Perché ci sono strumenti che effettivamente sono migliori di altri nell’aiutarti a realizzare delle presentazioni efficaci, sia per facilità di utilizzo sia per temi a disposizione.
Google Slides ad esempio mette a disposizione una serie di template già preformati e con buone possibilità di personalizzazione. Ma se hai bisogno di effettuare delle modifiche più consistenti puoi utilizzare uno strumento grafico come Canva, che ti permette di giocare molto di più con la grafica e l’impaginazione delle tue presentazioni.
La scelta dello strumento è quasi sempre soggettiva e spesso dipende anche dalle esigenze del momento.

5. Scegli sempre la strada del minimalismo

Se c’è invece una regola che non cambia, è quella dell’essere minimalista.
Less is more, anche in fatto di presentazioni. Come abbiamo detto la tentazione è quella di riempire le slide di testo oppure realizzare presentazioni chilometriche nel tentativo di renderle esaustive.
In questo modo però si subissano gli spettatori di informazioni che sono spesso non necessarie.
La regola più importante per realizzare presentazioni efficaci è proprio questa: avere il coraggio di eliminare il superfluo, puntando invece su quei concetti chiave che è importante far arrivare e far ricordare agli spettatori.

Ecco quali sono secondo noi i 5 elementi indispensabili da tenere in considerazione quando ci si approccia alla realizzazione di una presentazione. Se hai altri punti da suggerirci puoi scriverceli in un commento qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *