skip to Main Content

Gli incontri virtuali sono ormai all’ordine del giorno nella quotidianità lavorativa: ecco quali sono i 4 strumenti di videoconferenza più utilizzati dalle aziende nel processo di vendita e non solo

Gli strumenti di videoconferenza sono ormai indispensabili per tutte le aziende: nell’era dello smart working e del distanziamento sociale, le riunioni virtuali sono ormai all’ordine del giorno tanto da essere già state messe sotto accusa come fonte di stress e di una nuova forma di frustrazione per i lavoratori, la Zoom Fatigue.
Purtroppo però, le videoconferenze o meeting virtuali sono l’unico modo in cui attualmente i lavoratori di un’azienda e i membri di un team possono continuare a comunicare e collaborare come se si vedessero dal vivo: va da sé dunque che per le aziende è fondamentale in questo momento investire in strumenti di videoconferenza, soprattutto se le prospettive future parlano di un lavoro sempre più flessibile e smart, a prescindere dal Coronavirus.

I 4 strumenti di videoconferenza più utilizzati del momento

Non a caso, dall’inizio dell’epidemia di COVID-19 ben il 67% delle aziende ha aumentato la spesa per strumenti di videoconferenza e la domanda per questi software ha registrato un aumento del 500%.
Vediamo quindi quali sono gli strumenti di virtual meeting attualmente più utilizzati e i relativi vantaggi e svantaggi.

Zoom
È attualmente uno degli strumenti di videoconferenza più in voga, tra i più utilizzati durante questo periodo di lockdown e smart working. Il motivo è probabilmente il fatto che consente, con il piano gratuito, di effettuare un numero illimitato di riunioni e di ospitare fino a 100 partecipanti, che arrivano a 1000 nella versione a pagamento.
Altri vantaggi riguardano la possibilità di creare una sala d’aspetto per i partecipanti in modo che sia l’organizzatore ad autorizzare il loro ingresso al meeting, quella di creare più stanze all’interno delle quali spostare i partecipanti e di creare sondaggi, insomma: uno strumento davvero completo.

Skype
La piattaforma Skype è stata una delle prime ad essere utilizzata massivamente per effettuare videochiamate, ed è ancora oggi la scelta di default di molte aziende per le videoconferenze.
Skype mette a disposizione dei suoi utenti un’app scaricabile sia in versione desktop che mobile, in modo da non dover aprire il browser per effettuare la videoconferenza. Tuttavia, oggi è possibile partecipare ad una call anche per chi non ha un account Microsoft, semplicemente utilizzando la versione online di Skype, Meet Now.
Un altro vantaggio è la possibilità di registrare il meeting e di ospitare fino a 50 partecipanti.

Google Hangouts
Si tratta della piattaforma di videoconferenza di Google, molto semplice e comodo da usare. Uno dei vantaggi è che, essendo associata all’account di Google, ti permette automaticamente di creare delle notifiche su Calendar per ricordarti e ricordare agli altri data e ora del meeting e aggiungere partecipanti utilizzando i contatti della propria rubrica Gmail.
Tra gli svantaggi invece vanno annoverati l’impossibilità di registrare le sessioni, il tetto massimo di 10 partecipanti e la mancanza di un’app o un programma scaricabile che si possa utilizzare da desktop: qui l’accesso avviene sempre dal browser.

GoToMeeting
Si tratta di un’altra piattaforma interessante per le videoconferenze, che tra i suoi punti di forza può annoverare l’ottima qualità del segnale audio-video.
Anche GoToMeeting è uno strumento abbastanza completo, dotato di un plugin di Google Calendar che ti permette di prendere nota di tutte le riunioni, dello strumento “condividi schermo” e della vista “speaker view”.
Uno dei plus è la possibilità di utilizzare la condivisione schermo per disegnare con penna, evidenziatore e puntatore.
Tuttavia, il numero di partecipanti consentito dal piano free è molto esiguo e GoToMeeting manca di un sistema per l’upload dei file word, pdf e power point, praticamente i più utilizzati in ambito office.

Sai che qualunque sia lo strumento di videoconferenza che hai scelto puoi comunque affidare la regia delle tue riunioni e dei tuoi eventi più importanti ad una piattaforma gestita da professionisti? Scopri come funzionano i Virtual Meeting Dual.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *